Vai al contenuto

Mappatura delle lacune dei bisogni dei clienti

Pubblicato
Johnny Skagersjö – Senior Application Engineer at Piab

In qualità di Senior Application Engineer, Il mio ruolo nel lancio della ventosa MX ha interessato la parte finale della fase di sviluppo del prodotto. Ovvero, la finalizzazione delle dimensioni delle ventose della gamma e i test su diversi oggetti e materiali per comprenderne al meglio le capacità prestazionali in diversi scenari applicativi.

Nella veste di Senior Application Engineer, mi concentro soprattutto sulle esigenze dell'applicazione e sulle aspettative dei clienti e, grazie alla mia esperienza, apporto questa visione esterna ed intuizioni ad essa collegate a ciascun progetto. Nella fase progettuale è stato importante considerare il pacchetto completo dell'offerta di prodotto, compresi gli accessori, altre possibili caratteristiche e decidere di renderlo configurabile e quindi più facile da acquistare e da utilizzare. Pertanto, all'interno di Piab, sono uno degli ambasciatori di un prodotto, come è stato nel caso della ventosa MX, di cui ho definito e diffuso il valore e lo scopo, cosa aspettarsi e cosa non fare, per preparare in modo completo i colleghi del team di vendita nel loro compito consulenziale con il cliente e di guida nella scelta della ventosa più indicata.

Abbiamo capito che il segmento in forte espansione dell'e-commerce necessitava di una ventosa in grado di prelevare oggetti e materiali diversi. C’era un potenziale non sfruttato che doveva essere colmato per supportare al meglio le catene logistiche in rapida evoluzione. La tecnologia del vuoto è un'ottima risorsa e una soluzione naturale per la manipolazione di un'ampia varietà di prodotti. Pertanto, il nostro approccio è stato quello di sviluppare una ventosa più generica ed universale piuttosto che una specifica per una data applicazione. Le ventose piGRIP® ci hanno fornito una vasta esperienza nella manipolazione di sacchetti, cartone e nella configurabilità. Queste informazioni hanno permesso di sviluppare varie forme ed attacchi rendendo la ventosa MX ancora più flessibile ed in grado di adattarsi alle diverse esigenze, a partire da quelle del settore e-commerce. Con la gamma MX abbiamo colto l'occasione per essere all'avanguardia in questo segmento di mercato con una ventosa straordinaria che può coprire diverse necessità, dal sollevamento di oggetti grandi e pesanti, così come di oggetti piccoli e fragili o di confezioni porose.

Stiamo lanciando diversi prodotti interessanti quest'anno, tra cui le ventose per il settore Automotive e la gamma piSAFE®. Lo sviluppo di queste linee di prodotti, così come quello della gamma MX, si basa sulla nostra esperienza ingegneristica unita alla profonda conoscenza dei clienti. Questo è il metodo Piab, che condivido appieno. Realizziamo prodotti di cui i clienti hanno davvero bisogno, anche se a volte non lo esplicitano chiaramente. Analizziamo i diversi settori in cui lavoriamo e cerchiamo di colmare le lacune presenti nella tecnologia di movimentazione al fine di supportare i nostri clienti nel loro successo quotidiano. Abbiamo iniziato in questo modo e seguiamo questa strada, continuando ad evolverci. Penso che il nostro 70° anniversario cada al culmine di ciò che stiamo sviluppando.

Lavorando in Piab da 20 anni, ho vissuto il passaggio da azienda piccola a leader di mercato che apporta un grande valore aggiunto in molti settori industriali. Se non garantiamo che i nostri prodotti facciano il loro lavoro, le linee di produzione si arrestano. Questa è un’enorme responsabilità. Piab ha segnato una svolta. Aiutiamo i nostri clienti a migliorare le loro operazioni ogni giorno e questo mi piace molto.

Il mio primo anno in Piab l'ho passato come ingegnere progettista in R&D, finalizzando un prodotto per il nostro team, che era iniziato come un esame per me e i miei colleghi di università. Durante questo primo periodo il mio entusiasmo per le applicazioni di automazione e la comprensione delle esigenze dei clienti sono cresciuti in modo consistente ed ho iniziato a realizzare che la mia collocazione naturale in Piab avrebbe richiesto un mix di conoscenze tecniche dei nostri prodotti, delle applicazioni cui si rivolgono e dei reali bisogni insoddisfatti dei nostri clienti. Sebbene tutti gli elementi suggeriscano che sia in atto una rivoluzione digitale ed elettrica, l'aria compressa come fonte per generare il vuoto sarà sempre utilizzata. Nonostante il suo sviluppo tecnologico sia solo agli inizi, ha già fatto molta strada, e continuerà ad essere impiegata per la sua semplicità e controllabilità nel fornire ottime soluzioni di vuoto ad applicazioni impegnative che determinano il successo dei clienti. Ecco perché, dopo tutti questi anni, è ancora così emozionante lavorare per Piab.

Johnny Skagersjö Johnny Skagersjö Senior Application Engineer
Vacuum Automation
Condividi articolo

Choose your language

Non si può confrontare

Non è possibile confrontare diversi tipi di prodotto. Vuoi rimuovere i prodotti esistenti?

Inviaci un commento